Carrello vuoto

Carp fishing

Carp fishing

Classica tecnica di origine inglese, che si è espansa in tutta Europa fino a contagiare il nostro Paese all’inizio degli anni Novanta. Letteralmente il nome significa “pesca della carpa”, cioè qualcosa che i nostri nonni facevano da decenni, ma dal punto di vista tecnico le differenze con la nostra pesca a fondo sono sostanziali.
Due i pilastri fondamentali del carp fishing inglese: il valore nutritivo dell’esca e la montatura della stessa sull’amo.
Già negli anni Sessanta alcuni pionieri inglesi compresero che la carpa aveva la possibilità di riconoscere le esche portatrici di elevati valori nutritivi; trattandosi di un pesce abitudinario, l’associazione fra un determinato luogo e la bontà delle esche ingerite induce la carpa a tornare a cercarle ripetutamente e a cibarsene con avidità.
E fu alla fine degli anni Settanta che il mitico Len Middleton mise a punto e divulgò il concetto dell’hair rig, cioè un baffetto che collega l’esca all’amo, lasciandolo completamente scoperto. Il principio era veramente rivoluzionario, perché rompeva lo schema classico secondo il quale l’amo doveva essere totalmente nascosto dall’esca; la sua efficacia fu immediatamente compresa, dal momento che il numero delle abboccate “a vuoto” crollò drasticamente.
Rispetto alla tecnica dei nostri nonni, resta sempre importantissima la ricerca del pesce e restano inderogabili sia l’aspetto della pasturazione preventiva, sia l’attesa dell’abboccata.
Il mondo delle esche è affascinante soprattutto perché consente la personalizzazione e la sperimentazione di soluzioni mirate; il campo è certamente dominato dalle “boilies”, sferette a base di farine naturali che normalmente vengono bollite per renderle digeribili e conferire loro la giusta consistenza.
In Italia il carp fishing affascina oggi una moltitudine di giovani che apprezzano il piacere della vita all’aperto e la socializzazione nei periodi di attesa; anche per questo è l’unica tecnica di pesca che gode di una fiera dedicata, che si svolge ogni anno a Gonzaga (MN).